“NON PIU’ SOLI MA SOLIDALI”

foto-manifestazione7
 

Questo il titolo dell’evento che si è tenuto a San Pietro Clarenza Sabato 3 Giugno 2017.

foto-manifestazione foto-manifestazione5

foto-manifestazione3foto-manifestazione4
Per una mattina il Caseggiato Mannino si è trasformato nella casa del volontariato per la presentazione del nuovo “sportello di ascolto contro le solitudini”, che vede coinvolte in rete otto associazioni operanti nel sociale sul territorio (Anteas, Misericordia, Protezione Civile, Caritas, Artemisia Gentileschi e Mi Fido), l’amministrazione comunale e la parrocchia Santa Caterina, unite per combattere le solitudini ascoltando chi è rimasto nel silenzio troppo a lungo.
Promotrice e capofila del progetto l’Anteas di San Pietro Clarenza, che ha supervisionato la firma del patto di intesa tra le associazioni e ha curato i dettagli dello sportello, nell’ambito dell’iniziativa dell’Anteas nazionale “Antenne Sociali”, per la quale San Pietro Clarenza è stata scelta come rappresentante dell’intera Sicilia, dimostrando ancora una volta come oggi il paese sia una vera eccellenza nell’ambito della solidarietà e del volontariato.
Per l’occasione il caseggiato si è vestito a festa: il cortile è stato riempito con gli stand delle associazioni partecipanti, tra ombrelloni e palloncini. Un vero e proprio festival della solidarietà, dove i numerosi volontari sono andati incontro alle persone per parlare con loro, rispondere alle domande, ascoltare i suggerimenti. Non più volontari “passivi” che aspettano richieste di aiuto, ma un volontariato vivo, attivo, festoso.

img-20170607-wa0004img-20170607-wa0010img-20170607-wa0008
Dopo la visita agli stand, i visitatori sono stati invitati nel salone principale del caseggiato, per ascoltare l’intervento di diverse personalità di spicco dell’Anteas e della Cisl. Tra loro erano presenti anche Massimo Colombi e Silvia Brena, coordinatori nazionali del progetto Antenne Sociali, che hanno seguito e appoggiato l’Anteas San Pietro Clarenza in tutte le fasi di questo percorso. Da oggi, San Pietro Clarenza può considerarsi un modello positivo da seguire a livello nazionale, non più solo regionale. Un traguardo importantissimo che non sarebbe mai stato raggiunto senza il supporto dell’amministrazione comunale di San Pietro Clarenza, presente nella sua interezza alla manifestazione.
Ampio spazio è stato anche dato alle testimonianze dirette di persone che hanno dedicato la propria vita a diventare “antenne sociali”, ad offrire il proprio tempo le proprie orecchie agli altri, scoprendo allo stesso tempo anche un modo per combattere la loro stessa solitudine. Una prova che tutti, nel loro piccolo, possono attivarsi per aiutare il prossimo e da oggi, grazie allo sportello, aiutare sarà molto più facile.

foto-manifestazione2 foto-manifestazione6img-20170607-wa0005
A conclusione, è stato offerto un piccolo aperitivo con prodotti tipici siciliani, per chiudere in bellezza un incontro che è stato pieno di gioia, di colori e di sorrisi, nella speranza che questo sia solo l’inizio di un percorso che rafforzi sempre di più la solidarietà e la collaborazione.
Lo sportello sarà aperto il Lunedì dalle 16:00 alle 18:00 e il Giovedì dalle 9:00 alle 11 nei locali del Caseggiato Comes.